Scopri
Ajoutez à vos favoris
Recommandez LB
il Louvre con la Bibbia
default.titre
default.titre
Iscrivetevi alla Newsletter !
www.louvrebible.org
Mesopotamia arcaica
Mesopotamia
Assiria , Ninive
Arslan Tash, Til Barsip
Iran, Palazzo di Dario
Fenicia, Arabia, Palmyra
Costa della Siria
Ugarit Byblos




 
Mosaico della suonatrice
di arpa
 
AO 26169
 
Sully Levante sala 16
  
Pannello di rivestimento del pavimento : arpista
 
Circa 260 d. C.
 
Iran, Bishapur,
”palazzo” di Shapur 1°
 
La prima allusione biblica ala musica riguarda Yubal, “l’antenato di tutti quelli che maneggiano l’arpa.” (Genesi 4.21). In 1 Cronache 15:20,21 si parla di “strumenti a corda [nevalim, plurale] intonati su Alamot” e “ di arpe [kinnorôth,plurale] intonati su Seminit”.
 
La Bibbia, però fornisce poche informazioni sulla dozzina di strumenti diversi che essa menziona. Il nèvèl era uno strumento di legno con cui si suonava musica sacra come pure profana (2 Samuele 6:5; Amos 6:5) mentre kinnôr, relativamente leggero è anche portatile ed era prima di tutto un ‘piacevole’ strumento di allegria. –Salmo 81:2; Isaia 24:9.

 La prima allusione biblica ala musica riguarda Yubal

Sia le Scritture che dei manoscritti non biblici
attestano la competenza dei musicisti israeliti
e la qualità della poesia delle Scritture ebraiche.
I cori (maschili) e le orchestre dedicate al Tempio
di Gerusalemme testimoniano sul piano musicale
di un alto livello d’istruzione  e di una grande abilità.
  
Il racconto dell’inaugurazione del Tempio
di Salomone mostra che non ci fu dissonanza
nella musica. È interessante notare che,
secondo un bassorilievo assiro, il re Sennacherib
richiese al re Ezechia, sotto forma di tributo
dei cantori e delle cantrici.
 

 “ i suonatori di tromba e i cantori […] come uno solo, facevano udire un solo suono”

 -  2 Cronache 5:13 
 

 “cantando e accompagnandovi

con la musica”
 
- Efesini 5:19 
 
 
Sistri      E678, E681
 
 
Sully Antichità egiziane
 
Sala 10 vetrina 4
 
 
 
 
Il nome di questo strumento musicale appare una sola volta
nelle Scritture.
 
Esso deriverebbe da una
radice che significa “tremare,
esse scosso” – 2 Samuele 6:5.
 
Questa sorta di sonaglino è
ancora utilizzato in Etiopia
durante la messa.
 
La musica strumentale è menzionata solo in senso figurato nelle Scritture greche (rivelazione 14:2). Ciò che dice l’apostolo Paolo in 1 Corinti 14:15 lascia intendere che il canto era un aspetto regolare dell’adorazione cristiana. Esso incoraggia d’altronde a lodare Dio con “cantici spirituali, cantando e accompagnandovi con musica.”  – Efesini 5:19
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 





Carte Chronologie Début du départementSceau cylindre de roi prêtreAntiquités EgyptiennesAntiquités Romaines Haut de page