Scopri
Ajoutez à vos favoris
Recommandez LB
il Louvre con la Bibbia
default.titre
default.titre
Iscrivetevi alla Newsletter !
www.louvrebible.org
Mesopotamia arcaica
Mesopotamia
Assiria , Ninive
Arslan Tash, Til Barsip
Iran, Palazzo di Dario
Fenicia, Arabia, Palmyra
Costa della Siria
Ugarit Byblos




 
Statuette-targhette
 
AO 16716 
 
Richelieu sala 2 vetrina 4 (10-14)
 
 
Queste statuette-targhette rappresentano
Degli dèi o idoli domestici.
  

Esse sono di dimensione variabile, potevano avere la grandezza di un uomo (1 Samuele 19:13) o essere molto più piccole.

Si poteva così metterle nella “cesta” della sella di un cammello. Il possesso di questi ‘terafim’ aveva un’importanza notevole sui diritti riguardanti l’eredità famigliare. cosa che può spiegare il comportamento di Rachele.

– Genesi 31:29-34

Terafim o Statuette-targhette rappresentano
Degli dèi o idoli domestici

Una scoperta archeologica fatta a Nuzi ha rivelato l’esistenza di una legge patriarcale secondo la quale il possesso di dèi famigliari dava a un uomo il diritto di proprietà sui beni del suocero defunto.
 
Gli esempi di dichiarazioni bibliche confermati dagli scavi a Nuzi sono così numerosi che il supplemento al dizionario della Bibbia (vol. VI, colonne 663-672) vi dedica più di otto colonne a caratteri piccoli.
 
A volte si consultavano i ‘terafim’ per trarne dei presagi. – Ezechiele 21:21;
2 Re 23:24
 
In Israele, la loro utilizzazione idolatrica,
si è prolungata. “L’andare avanti con presunzione è come ricorrere ai poteri magici e ai terafim”, aveva predetto il profeta Samuele. - 1 Samuele 15:23
 
 
 
 
 
 
 

 





Carte Chronologie Cylindre de Gudéa et jour de anStatue de Gudéa au vase jaillissantAntiquités EgyptiennesAntiquités Romaines Haut de page