Scopri
Ajoutez à vos favoris
Recommandez LB
il Louvre con la Bibbia
default.titre
default.titre
Jouez avec LouvreBible !
quiz.louvrebible.org
Iscrivetevi alla Newsletter !
www.louvrebible.org
Mesopotamia arcaica
Mesopotamia
Assiria , Ninive
Arslan Tash, Til Barsip
Iran, Palazzo di Dario
Fenicia, Arabia, Palmyra
Costa della Siria
Ugarit Byblos




Vaso della dea Istar           AO 17000
 
Richelieu sala 3 vetrina 5 b (4)
 
 
 
Istar e il culto delle dée-madri
 
 
Questo grande vaso cultuale è ornato
con l’immagine d’Istar.
 
Ella è rappresentata circondata da uccelli, pesci, un toro e una tartaruga,
tutti legati al simbolo della fertilità.
 
Con il capo coperto della tiare a corna,
simbolo del divino, ella porta un paio di ali, segno della sua dimensione astrale,
chela fa identificare con il pianeta Venere.
Con le braccia allargate, ella si scopre
in tutta la sua nudità.

 Istar e il culto delle dée-madri

Istar, o Inanna per i Sumeri, è a sua volta la déa della guerra, e l’incarnazione divina dell’amore, signora della sessualità e della fertilità. ‘Ella è venerata come tale in Mesopotamia per lo meno dopo l’apparizione delle prime città nel IV° millennio, e bisogna senza dubbio vedere in essa l’antenata delle dée-madri’. Ella sarà Iside A 167in Egitto, Afrodite in Grecia, Venere a Roma, Astarte in Fenicia, Astoret nella Bibbia (1 RE 11:5,33). Rappresentata sotto la forma di una stella, è una dei componenti la triade che essa forma con Sîn, il dio-luna, e Shamash, il dio-sole.
 
 

Iside  E 3637

Venere di Milo  Ma 399

Astarte   BR 4425

Vergine conil bimbo ML 25

 
Da Babilonia il culto della Madre con il Figlio si diffuse fin capo al mondo. In Egitto, la Madre e il Bimbo erano adorati sotto i nomi d’Iside e Osiride. In India, sotto il nome d’Isi e Iswara. In Asia, è Cibele e Deius. In Grecia, Cerere la grande Madre con un lattante al seno, o Irene la déa della pace, con il figlio Plutone nelle sue braccia. In Tibet, in Giappone,in Cina, i missionari gesuiti si sono sorpresi di trovare la controparte della Madonna, Shing-Moo, rappresentata con un figlio nelle braccia.” A. Hislop
 
 
Gli adoratori d’Istar
la chiamavano Santa Vergine,
e la pregavano
d’intercedere presso
gli déi irritati.
E.O. James, vecchio professore di Storia delle Religioni al’ Università di Londra studia lo sviluppo di questo concetto di divinità a partire dalle sue origini fino alla sua trasformazione presso i cristiani in Madre Chiesa, principio sostenitore della Chiesa, che viene associato più tardi alle immagini della Madonna
 

Questo prototipo babilonese

e la fonte del culto successivo

delle dée-madri.

Da Babilonia il culto della Madre con il Figlio si diffuse fin capo al mondo.
 
Essenziale e onnipresente nella storia dell’uomo, esso costituisce uno dei temi più importanti che è al’origine delle religioni e delle civiltà.
 
Per un esame obiettivo dei fatti, vedere lo studio molto completo di E.O. James, ‘Il culto della déa-madre nella storia delle religioni’, Edizione Le Mail, Paris, 1989.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 





Carte Chronologie Début du départementSceau cylindre de roi prêtreAntiquités EgyptiennesAntiquités Romaines Haut de page