Scopri
Ajoutez à vos favoris
Recommandez LB
il Louvre con la Bibbia
default.titre
default.titre
Jouez avec LouvreBible !
quiz.louvrebible.org
Iscrivetevi alla Newsletter !
www.louvrebible.org
Une visite
de trois départements
du Louvre
En vingt trois étapes




 

Fegati divinatori

 
AO 19829
 
 
Richelieu sala 3 vetrina 8
 
  
“Egli ha scosso le frecce. Egli ha esaminato il fegato. Nella sua destra si è trovata la divinazione per Gerusalemme.”  – Ezechiele 21:21,22
  
 
Questi modelli fanno parte di un lotto di 32 fegati
in argilla ritrovati nel palazzo di Mari.
 
 
Considerato come la sede principale
della vitalità e delle emozioni,
il fegato era esaminato per trarne dei presagi.

Fegati divinatori

In Babilonia l’astrologia aveva un posto nel culto ufficiale come uno dei mezzi principali utilizzati dai sacerdoti per conoscere la volontà degli dèi, l’altro mezzo consisteva nell’esaminare il fegato di un animale offerto in sacrificio.
 
Numerosi modelli di fegato sono stati scoperti, i più antichi a Babilonia. Essi portavano dei presagi e dei testi cuneiformi utilizzati dai ‘sacerdoti-maghi’ della corte babilonese al tempo di Daniele(Daniele 1:20;2:2). Rappresentazione del cielo in miniatura, un fegato divinatorio era così diviso in zone rappresentanti il “giorno” e la “notte”, e il suo bordo in 16 sezioni che raggiungevano le divinità del cielo. I sacerdoti assiri erano chiamati barou, che significa ‘ispettore’ o ‘colui che vede’.

" Egli ha esaminato il fegato ", Ezechiele 21

Presagio di un imprigionamento 

AO 19829

 

È solamente dopo aver ricorso alla divinazione che Nabucodonosor decise
di attaccare Gerusalemme.
 
“Egli ha scosso le frecce. Egli ha esaminato il fegato. Nella sua destra si
è trovata la divinazione per Gerusalemme.”
– Ezechiele 21:21,22
 
Questa pratica caldea ha certamente influenzato la scienza dei presagi etruschi. Certi modelli di fegato originari della Mesopotamia somigliano a una specie di fegato in bronzo scoperto in Italia. Esso è diviso in sezioni ciascuno descritto, in etrusco, sotto il nome di un dio-patrono.
 
L’usanza di predire per mezzo dell’interpretazione del fegato di pecore o del volo degli uccelli è puramente caldeo
 
 

Modello d’intestino di pecora       AO 6033

Richelieu sala 3 vetrina 15 (22)
 
L’ extispicine, o esame delle interiora di un animale sacrificato, era la tecnica divinatoria più diffusa. La tavoletta rappresenta le circonvoluzioni di una pecora sacrificata per un consulto divinatorio.

“La credenza voleva che il dio al quale era offerto un animale s’identificasse in lui: di conseguenza, la lettura dei segni osservati su questi organi permetteva di accedere nello spirito delle divinità suscettibili di dare una risposta a una domanda su degli avvenimenti futuri. Nel mondo mesopotamico e medio-orientale, questa risposta è ottenuta per mezzo dell’esame del fegato di pecora.”
 
Jacqueline Gachet, Il paese di Ugarit attorno al 1200 av. C.
 

Formula magica e trattamento 

 
AO 7682
 
 
Sala 3 vetrina 15 (19)
 
 
 
Le due tradizioni si mescolano
in questa tavoletta, un rimedio contro
i morsi di scorpioni contenente una formula magica in sumero,
seguita da un trattamento in accadico.
 
 
George Roux, medico ed erudito francese, fa questa osservazione a proposito dei medici mesopotamici. “Le loro diagnosi e i pronostici sono una sottile mescolanza di superstizione e di una buona osservazione clinica.[…]. Essi hanno fondato la loro arte su dei concetti metafisici, chiudendo così la porta alla ricerca di spiegazioni razionali.” 
 

 La parola greca utilizzata per spiritismo, pharmakia, significava in origine il ricorso alle droghe e formule magiche che accompagnavano l’invocazione di forze occulte. 

 
Tutte le forme di spiritismo sono condannate (Deuteronomio 18:9-12) e da nessuna parte la Bibbia ne parla in termini favorevoli.
 
La parola greca utilizzata per spiritismo, pharmakia, significava in origine il ricorso alle droghe e formule magiche che accompagnavano l’invocazione di forze occulte.
  
Non si tratta dunque di una ‘pratica spirituale’ ma piuttosto di una ‘opera della carne’
la cui pratica è in contraddizione
con il culto cristiano. - Galati 5:19-21.
 

 ‘Babilonia la Grande’ ha sviato tutte le nazioni per mezzo delle sue ‘pratiche spiritiche’.

– Rivelazione 18:23 
 
L’ultimo libro della Bibbia ricorda che Babilonia la Grande ha sviato tutte le nazioni per mezzo delle sue ‘pratiche spiritiche’ . – Rivelazione 18:23;21:8, nota.
 
 
 
 

 




Haut de page