Scopri
Ajoutez à vos favoris
Recommandez LB
il Louvre con la Bibbia
default.titre
default.titre
Jouez avec LouvreBible !
quiz.louvrebible.org
Iscrivetevi alla Newsletter !
www.louvrebible.org
Une visite
de trois départements
du Louvre
En vingt trois étapes




 

Lo «scriba accovacciato»  E 3023

 

Sully 1er sala 22 vetrina 10

La Bibbia, un testo autentico?

 

Questa celebre scultura policroma è
il simbolo di una società in cui la scrittura
e la lettura sono considerate le fondamenta della saggezza e dell’arte di governare.

Lo scriba scrive sotto dettatura su
un rotolo di papiro, con il viso concentrato
e illuminato dagli occhi di cristallo incastonati in una cornice di rame.

Una cura particolare è stata posta nella realizzazione dell’ossatura del viso e dell’adiposità del ventre.

Quest’ultima era indice dell’alto rango
del personaggio. 

 Lo scriba accovacciato 

La storia dell’Egitto veniva redatta dagli scribi, istruiti da sacerdoti che non esitavano ad eliminare dalle loro cronache tutto ciò che poteva infastidire i loro faraoni e i loro dei. Questo spiega sicuramente perché gli avvenimenti menzionati nell’Esodo, capitoli 12-14, non compaiono negli annali egizi.
 

La storia dell’Egitto veniva redatta dagli scribi

Non sarà la prima volta nella storia dell’umanità che la verità sarà deformata in questo modo dalla propaganda.

Per contro, la sincerità e l’onestà dei redattori biblici, tra cui Mosè, sono una prova dell’autenticità del testo sacro.
 

Per Gesù Cristo,

“la tua parola è verità.” - Giovanni 17:17
 

La parola ebrea per indicare il libro, séphèr, deriva da sophér che significa scriba o copista.

Solo i discepoli del tempio imparavano i geroglifici, la scrittura sacra.

Gli altri apprendevano unicamente
la scrittura corrente, quella ieratica

 


Scriba seduto a gambe incrociate  A 42

 
 
Testa e piedi di un colosso
del re Amenofi III
           A 18-19

Sully sala12


Reinciso da Amenofi III, è un esempio lampante della scarsa probità dei faraoni.
Sulla base figura una lista di popoli vinti
che il faraone calpesta.

Vedere Salmi 18:40

 Bibbia, Biblos e papiro

La professione di scriba non esisteva solo
in Mesopotamia.


Uno scriba babilonese della metà del
secondo millennio si sarebbe sentito a
suo agio in un qualsiasi centro scrittorio,
dalla Siria a Canaan allo stesso Egitto
 

Giosuè menziona una città di Canaan,
Qiriath-Sepher, il cui nome significa
«Città dello Scriba» .- Giosuè 15:15,16 

 

 Il termine Bibbia deriva

dal greco biblia o ‘piccoli libri’.

Esso deriva da biblos, che descrive la parte interna dello stelo del papiro. 

 
Il porto fenicio di Ghebal, dove s’importava il papiro dall’Egitto, venne ad essere chiamato Biblos dai Greci. Gli abitanti di questa città sono i ’Bibbieni’ o Bibliani (Bibliens). - Giosuè 13:15, TMN nota.
 

Nessuno degli scritti originali è giunto fino a noi.  Ma lo studio comparativo condotto su circa 6000 manoscritti delle Scritture ebraiche dimostra che il testo è stato trascritto fedelmente.

Per favorire la diffusione delle Scritture e facilitare la loro consultazione, i primi cristiani si sono fatti pionieri nell’utilizzo e nella pubblicazione del codice, sostituendo i rotoli di pergamena con libri di carta. I più antichi codici cristiani ad oggi conosciuti, preservati dal clima secco dell’Egitto, sono papiri. AE43 AE44

" L’erba verde si è seccata "

«L’intervallo che separa la data di
redazione dei manoscritti originali
da quella dei documenti più antichi
è così breve da diventare trascurabile. L’autenticità e l’integrità
complessiva dei libri
del NT possono essere date per certe. »
Sir F. Kenyon  AE45

 

«L’analisi dei papiri ci permette di trarre una prima importante conclusione:
si conferma la complessiva accuratezza dei testi esistenti.
Le variazioni riguardano
unicamente aspetti
di scarso rilievo».
Sir F. Kenyon AE43

 
L’ammirevole cura dedicata alla conservazione del testo santo e alla sua trascrizione conferma queste parole: “L’erba verde si è seccata, il fiore è appassito; ma in quanto alla parola del nostro Dio, durerà a tempo indefinito”. - Isaia40:8; 1 Pietro 1:24
 

 




Haut de page